Apple, Samsung e Google: una sfida aperta!

0
913

Dopo aver decurtato gli stipendi dei top manager per il mancato raggiungimento dei risultati, Apple torna a battere le attese di bilancio nell’ultimo trimestre riportando entrate record. Spinta dalla domanda del nuovo modello iPhone 7, la società di Cupertino ha visto gli utili per azione di 3,36 dollari, superando i 3,21 dollari previsti. Il fatturato è salito del 3,3% a 78,4 miliardi da 75, 9 miliardi di dollari dopo tre trimestri di flessioni consecutive. Il pronostico era di 77,25 miliardi.

Il prezzo medio di vendita degli iPhone è stato di 695 dollari, salito dai 691 dollari di un anno fa e un record trainato dal modello 7 Plus, dove gli acquisti sono lievitati del 55% a 24,55 milioni di unità, facendo raggiungere un totale di 78,3 milioni di prodotti. Le entrate dagli smartphone sono salite del 5% a 54,38 miliardi e la divisione Servizi ha registrato a sua volta un incremento del 18% a 7,17 miliardi.

Questo peró non è bastato all’azienda di Cupertino per battere Samsung e Google.

Nell’arco dei 12 mesi del 2016, infatti, sono stati i sudcoreani a trionfare nelle vendite di smartphone.

Lo si apprende dalla classifica stilata dal periodico specializzato “Strategy analytics”, secondo la quale leader del mercato degli smartphone è la sudcoreana Samsung, che nel corso dello scorso anno ha venduto 309,4 milioni di esemplari raggiungendo una quota di mercato del 20,8% su scala globale.

La sfida con Google, invece, è stata persa nell’ambito del valore del marchio: il re dei motori di ricerca e della pubblicità online, oggi motore del gruppo Alphabet con estensioni tentacolari dall’auto allo spazio, ha surclassato la rivale di Cupertino per la prima volta in sei anni, secondo la speciale classifica compilata da “Brand Finance Global 500”, il suo valore, infatti, si è impennato a 109,4 miliardi dai precedenti 88, 2 miliardi.