Bonus computer e tablet 2021: come funziona

0
52

Nella realtà di oggi parlare di lavoro agile e didattica a distanza è la normalità. Per questo si è scelto di prolungare per tutto il 2021 il Bonus computer e tablet permettendo a tutte quelle famiglie in difficoltà di aggiornarsi e rimanere connessi. Vediamo nel dettaglio chi può sfruttare lo sconto statale e come si accede al bonus

Quali sono i beneficiari del bonus?

Il bonus computer e tablet è uno sconto indiretto che viene riconosciuto alle famiglie indigenti le quali, in relazione alla valutazione del loro ISEE, possono accedere a questo bonus: la soglia scelta è quella dei 20.000 euro annui. Forse in una seconda fase si estenderà questo diritto a tutte le famiglie, così come alle imprese, il cui capitale annuo non superi i 50.000 euro ma per il momento nessuna notizia è stata diffusa.
Lo sconto garantito ai beneficiari è di 500 euro e viene riconosciuto come sconto in fattura per la connessione internet: ciò significa che la famiglia sceglierà un contratto di fornitura della massima durata di 12 mesi senza obbligo di rinnovo con l’operatore di mercato. Naturalmente trascorsi i 12 mesi il cliente può valutare se rinnovare la singola offerta col fornitore considerato, oppure cessarla immediatamente senza penali.
Tantissimi fra gli operatori di mercato si sono attivati per migliorare ancora di più la propria offerta di connessione, come ad esempio Vodafone che ha implementato la sua offerta garantendo sempre più velocità e giga ai sui clienti.

Come funziona l’accesso al bonus?

E’ compito della società Infrastrutture e telecomunicazioni per Italia emettere realmente questo bonus: per farlo, però, gli operatori presenti sul mercato devono presentare la loro offerta. Infatti è proprio il fornitore a dover presentare alla sopracitata società tutto il pacchetto di 12 mesi di offerta internet. Questa offerta deve necessariamente contenere tutte le info utili e le garanzie che il consumatore deve necessariamente conoscere.

Alcuni costi esulano dal suddetto bonus e dalla suddetta offerta: infatti una volta che il consumatore sceglie la singola offerta dovrà pagare, in ogni caso, l’attivazione della stessa presso la propria abitazione o impresa.

Problematiche principali del bonus

Ci sono sicuramente delle problematiche di fondo, la nostra analisi ha ricondotto i principali problemi a due filoni:

  1. Solo connessioni veloci sono attivabili nel suddetto bonus, perciò se la zona non è presente copertura di rete adatta si rimane fuori;
  2. Il bonus risulta essere uno sconto indiretto e non uno sconto sull’acquisto delle apparecchiature da parte del consumatore.

Lo sconto in ogni caso è alla portata di tutti  pur se indiretto. Infatti quelle famiglie che prima non avevano determinate possibilità, oggi con questo bonus ne hanno e possono certamente sfruttare questa opportunità per digitalizzarsi.

Vantaggi per i consumatori

Famiglie ed imprese che durante la fase attuale hanno subito ingenti perdite o semplicemente sono in una fase di indigenza hanno sicuramente un grande vantaggio in questo bonus e possono sfruttarlo al meglio.

L’obiettivo dello stato è quello di garantire sempre più una connessione totale per tutti gli aspetti lavorativi e scolastici.

Non dimentichiamoci però di analizzare tutti i fornitori presenti sul per legarsi all’offerta migliore che gli stessi hanno presentato per il bonus.

Resta indiscussa la necessaria digitalizzazione da parte di tutte le famiglie presenti nel panorama nazionale; infatti in un mondo che va sempre più smart è necessario tenere il passo ed essere sempre più coinvolti.