Domotica e assistenti personali non sono piú un sogno!

0
812

Dopo Amazon Echo e Google Home sta arrivando anche Home Hub di Microsoft, sono assistenti personali in grado di aiutarvi nell’organizzazione quotidiana e di darvi una mano in casa collegandosi agli elettrodomestici smart della vostra abitazione.

Ma di cosa si tratta precisamente? Partiamo con una carellata degli assistenti da piú tempo sul mercato…

Amazon Echo è un assistente virtuale dalle grandi potenzialitá.

Si tratta di un dispositivo cilindrico da posizionare in un luogo frequentato della casa da dove potrá supportarvi in molteplici attivitá.

amazon-echo

Vi sará accanto nei momenti di relax, riproducendo la musica in streming o leggendovi un libro, e nell’organizzazione della vostra giornata, fornendo informazioni, news e aiutando a pianificare gli impegni.

amazon-echo2

Puó anche sfamarvi, ordinando una pizza a domicilio, farvi la spesa su Amazon, accendere e spegnere luci e termostato, e persino aiutarvi a ritrovare il vostro cellulare!

Google Home è un altro maggiordomo tuttofare di cui non potrete piú fare a meno!

google-home

Ció che lo rende unico è la sua capacitá di interazione con voi instaurando un vero e proprio dialogo. Capace di compiere piú azioni contemporaneamente, non avrá problemi se gli chiederete, ad esempio, di spegnervi il forno mentre vi fa una ricerca su internet o di interagire con qualsiasi elettrodomestico smart di casa vostra.

google-home1

Vi sará di aiuto nell’organizzazione della vostra attivitá prenotando ristoranti, controllando orari e percorsi.

In questo mondo futuristisco si sta inserendo anche Microsoft con il suo Home Hub.

Questa sará, a differenza delle prime due, una funzionalità software che verrá tra il 2017 e il 2018, che trasformerebbe il sistema operativo in polo gestionale di tutti i dispositivi connessi in casa.

home-hub

L’obiettivo di Microsoft è trasformare il computer nel centro della casa, rendendolo di fatto l’hub centrale per tutti gli altri device connessi alla rete. La possibilità di richiamare con la voce il “maggiordomo” smart a computer bloccato rappresenta uno dei passi fondamentali di questa strategia.

Home Hub sarà in grado di riprodurre brani musicali, accendere le luci di casa, l’allarme e comandare ogni dispositivo smart di casa vostra. Ma il valore aggiunto sarà la presenza di uno schermo. Il pacchetto software è infatti progettato per funzionare virtualmente su qualsiasi device compatibile con Windows 10, compresi gli smartphone.

Dal momento che ogni dispositivo viene generalmente associato a un account personale, l’ipotesi è quella di creare con Home Hub un profilo familiare, attivabile senza password attraverso il quale condividere quei dati, quelle app, quei calendari e quelle funzionalità che interessano tutto il nucleo familiare. Un account “always logged” a disposizione di tutti i componenti della famiglia e che funge anche da centrale per Home Hub.

home-hub

Home Hub, poi, dovrebbe beneficiare di una schermata di benvenuto dedicata, con Cortana attivata in modalità ascolto, così da poter essere richiamata anche da una parte all’altra della stanza e da qualunque membro della famiglia, tanto che internamente a Microsoft questa declinazione è già stata ribattezzata Fam-Tana.