L’incubo del millennio: la perdita di dati!

0
113

Parliamo di dati persi e senza back up…è possibile recuperarli?

La tecnologia moderna ha sicuramente migliorato la nostra vita e facilitato l’archiviazione di dati e la conservazione dei ricordi. Che si tratti di ricordi personali o di storici aziendali non abbiamo più bisogno di ingombranti volumi cartacei, caduche fotografie che ingialliscono con il tempo, ma tutto rimane vivido come appena successo e soprattutto “impacchettato” in device che occupano pochissimo spazio.
Però, accanto a questa immensa comodità arriva l’incubo di ognuno di noi: la perdita dei dati!

Che si parli PC o smartphone si parla sempre di diversi GB se non addirittura Terabyte di memoria.
E allora, il mantra di tutti noi diventa “buckup a intervalli regolari”: su hard disck esterno, su NAS, Network Attachet Storage (dispositivo collegato alla rete), su server dedicati o sul Cloud.

…ma se il danno è fatto? Se per qualche motivo i dati sono andati persi? Dobbiamo abbandonarci alla disperazione più assoluta o possiamo nutrire qualche speranza?
In realtà, a volte, recuperare i dati persi è più facile di quanto si pensi, basta utilizzare i software giusti.
Programmi come, ad esempio, “EaseUS Data Recovery Wizard Professional 12.8”, sono pensati proprio per queste evenienze.
Prima di disperare tenete a mente che qualsiasi dispositivo di memorizzazione di massa è ripristinabile: hard disk, memory card, memorie USB, fotocamere, dispositivi mobili, PC, lettori musicali, Camcoder, RAID e altro ancora.


Che la causa della perdita sia eliminazione erronea di dati (anche dopo la pulizia del cestino), la formattazione, il danneggiamento di hard disks o l’infezioni di malware, il recupero è possibile. Se il programma è valido sarà in grado di recuperare tutti i tipi di file (office, immagini, video, mail, RAW…).
Attenzione: un buon software di ripristino, analizza i vari scenari relativi ai dati persi, li recupera senza sovrascrivere i dati originali, e prima di procedere filtra i risultati della ricerca e mostra l’anteprima di tutti i files recuperabili.
Diffidate, infine, di Software di ripristino validi per tutti i dispositivi, è bene che siano pensati specificatamente per le vostre esigenze: Windows, Mac, iOS o Android.