Apple in Danimarca, un ponte ecologico sull’Europa

0
1816

Aprirá tra poco, a Viborg, il primo data center di Apple in Danimarca e giá è stato presentato il progetto per il secondo, ad Aabenraa.

Costerá sei miliardi di corone svedesi (quasi 1 miliardo di dollari), sará operativo per la fine de 2019 ed alimentato al 100% da energia rinnovabile. L’impronta ecologica non è nuova per l’azienda di Cupertino ma in questo caso è stata delineata la volontà di ridurre il più possibile l’impatto ambientale anche in fase di produzione. La Danimarca, leader nel settore dell’energia eolica, ha abbondanti forniture di energia eolica e energia di biomassa. “L’affidabilità della rete danese è una delle ragioni principali per la gestione di due siti in Danimarca”, ha dichiarato Stannow.

Il centro ha l’obiettivo di potenziare diversi servizi online per i clienti Apple europei, quali iTunes Store, App Store, iMessage, Mappe, Siri.

Questi progetti rispondono alla volontá di Apple di ampliare le proprie strutture in tutto il mondo, anche se in realtà non tutte le strutture data center sono di proprietà di Apple, che si appoggia anche a piattaforme di terze parti, questo di Aabenraa è, infatti, solo il suo terzo fuori dagli USA.

Il piccolo paese nordico spera che questi investimenti rafforzeranno il proprio settore IT.

“La Danimarca sta diventando il fulcro dell’Europa settentrionale per i centri dati con un elevato potenziale di crescita per le industrie di monitoraggio che offrono soluzioni ai molti centri dati che spuntano in tutto il mondo”, ha dichiarato il ministero degli Esteri.