Aperti i preordini di HomePod, cosa dobbiamo aspettarci?

0
442

Dell’HomePod di Apple avevamo già parlato quando vi abbiamo raccontato le anteprime di CES 2017 (leggi qui), finalmente sono iniziati i pre-ordini. Anche se a goderne al memento sono solo USA, Gran Bretagna e Australia, che potranno avere il dispositivo dal 9 febbraio, l’attesa in Italia è già alle stelle!

Pare proprio sia uno dei prodotti più rivoluzionari e di successo della casa di Cupertino, e sarà a tutti gli effetti un all-in-one audio della Apple. Sarà in grado di riprodurre suoni molto simili alla realtà.
Il suo hardware è dotato di sei microfoni, coordinati dal nuovo Chip A8, per accedere a tutte le funzioni di assistenza vocale offerte da Siri, di sette tweeter e un Woofer ad alta escursione.

Dotato di consapevolezza spaziale, riconoscerà la forma della stanza e riprodurrà il suono in modo da offrire un audio ottimale. Inoltre è multifunzione: è in grado di ascoltare la vostra voce anche mentre trasmette musica ad alto volume e rispondere alle vostre esigenze, sia che si tratti di rispondere ad un messaggio sia che vogliate semplicemente accendere una luce.
In questi giorni, poi, Apple ha specificato le sorgenti audio compatibili di HomePod, tra questi ci sono iTunes Match, Apple Music, Beats 1, podcast e la possibilità di altri contenuti AirPlay provenienti da vari prodotti Apple, quindi si dovrebbe riuscire anche a trasmettere canzoni da applicazioni come Spotify.

Il limite del dispositivo sta negli speaker Bluetooth: anche se la connettività Bluetooth 5.0 è presente all’interno del dispositivo, pare proprio non esista un normale supporto Bluetooth, il che creerebbe problemi agli abbonati Apple Music che utilizzano Android, che risultano penalizzati anche dal fatto che HomePod richiede un dispositivo Apple in grado di eseguire iOS 11 per il processo di installazione.