Olimpiadi invernali, la medaglia d’oro alle tecnologie 5G

0
685

Non erano attese solo per sapere quanti ori avremmo portato a casa ma anche per vedere all’opera, durante un evento di questa portata, per la prima volta la tecnologia 5G.
Per l’operatore Tlc sudcoreano KT Corp (ex Korea Telecom), sponsor ufficiale dei giochi, le Olimpiadi sono state il primo grande test globale per il nuovo standard wirelelss, con velocità di download fino a 100 volte superiori rispetto al 4G e ritardi di trasmissione nell’ordine del millisecondo.
L’obiettivo era di fornire ininterrottamente, in qualsiasi momento e ovunque, l’accesso ai servizi 5G.

Ad esempio sono stati attrezzati gli autobus a disposizione degli spettatori per raggiungere i diversi siti con tecnologia 5G e schermi con riproduzione video 3D di altissima qualità. I passeggeri hanno così avuto modo di apprezzare la connettività ad altissima velocità, grazie agli autobus che fungevano da relè, ovvero da commutatore, tra la rete 5G e il segnale Wifi ritrasmesso all’interno degli stessi veicoli.

L’implementazione del 5G è attesa non prima del 2020, ma intanto un numero crescente di aziende sta investendo in iniziative legate alla sua sperimentazione e alle sue possibili applicazioni, le Olimpiadi sono state un campo di esercitazione per molti di loro.
KT, il principale operatore di telefonia della Corea del Sud, che ha presentato per la prima volta una sperimentazione di tecnologia di rete di quinta generazione in collaborazione con Samsung Electronics e Intel. KT ha installato in uno spazio per il pattinaggio artistico 100 telecamere in grado di trasmettere in tempo reale attraverso una rete wireless, consentendo al pubblico di scegliere l’angolazione dalla quale preferivano vedere i movimenti degli atleti.
In determinate località i tifosi sono stati in grado, attraverso visori di Realtà Aumentata, di sentirsi come fossero di fianco a uno sciatore durante un salto.

Per operazioni di questo tipo, che comportano la trasmissione di un ampio volume di dati in modalità ultra-veloce, il 5G è una tecnologia indispensabile.
Anche Hyundai ha partecipato e ha consentito ai visitatori di testare la sua automobile a guida autonoma, Nexo Suv, il cui sistema di infotainment utilizza la tecnologia 5G di KT, per esempio consentendo il funzionamento, all’interno dell’autovettura, dell’applicazione karaoke “Everysing” che permette ai passeggeri annoiati nel sedile posteriore di cantare durante i viaggi. Ma la connettività veloce del 5G garantisce anche funzioni come controllare i dispositivi elettronici presenti nella propria abitazione, chiudere la porta e spegnere la TV da remoto, mentre si sta guidando per strada.