Il ritorno di Nokia nel circo della telefonia

0
1254

Nokia si prepara ad un grande ritorno nel mondo della telefonia e il suo rientro fará felici nonni e nipoti.

nokiad1c

Infatti mentre i primi smatphone a marchio Nokia dovrebbero uscire a metá anno, presentati a febbraio al Mobile World Congress, il primo a comparire nei negozi dovrebbe essere il 150, quasi un omaggio al Nokia 3310 del 2000, praticamente preistoria per i cellulari, con quella tastierina che piaceva tanti ai nonni, appunto.

nokia-3310

Il primo smatphone di cui abbiamo notizie ha nome in codice Nokia D1C, è di fascia medio bassa e avrá un solo design e due varianti legate alle specifiche.

nokia-cov1

La versione piú economica dovrebbe avere uno schermo HD da 5 pollici, 2 GB di RAM e fotocamera principale da 13 megapixel, mentre quella anteriore sará di 8 megapixel.

La versione piú avanzata, e costosa, avrá lo schermo full HD un po’b piú grande, da 5,5 pollici, 3 GB di RAM e la fotocamera posteriore, la principale, da 16 megapixel.

Ma torniamo ai nonni: Nokia fa a loro, e ai nostalgici, un regalo di Natale: il Nokia 150. Un cellulare “vecchio stile” con tastierino fisico, batteria di lughissima durata e assenza di internet.

nokia-150

Nokia 150 sará disponibile anche in versione con doppia scheda Sim, che garantisce 22 ore di autonomia in conversazione e fino a 31 giorni in stand-by, ha uno schermo da 2,4 pollici che sta sopra a una classica tastiera numerica, fotocamera Vga con flash a Led, sistema operativo Nokia Serie 30, radio Fm, lettore MP3, Bluetooth e giochini precaricati, tra cui lo storico Snake.

snake

L’amministratore delegato di Hmd ed ex responsabile delle vendite di Nokia, Arto Nummela, ha dichiarato: «Vogliamo diventare uno degli attori più importante del settore smartphone».

Il brand Nokia relativamente alla telefonia, appartiene a Foxconn, che ad inizio anno ha formato la società HMD per riunire il nome ed i brevetti Nokia con l’esperienza in ricerca e sviluppo, e nella produzione, del colosso cinese.

Il piano prevede la concessione esclusiva del marchio Nokia a HMD per 10 anni, ed un investimento da parte di Foxconn di almeno 500 milioni di euro in 3 anni.