I grandi dell’Hi-Tech e l’ecologia

0
1554

Greenpeace, che affronta le baleniere con i gommoni, non si spaventa di certo davanti ai colossi della tecnologia e cosí pubblica pagelle non sempre “gratificanti”.

Le categorie di analisi sono 5: trasparenza energetica, impegno sulle energie rinnovabili, efficienza energetica, approvvigionamento da fonti rinnovabili, patrocinio e difesa delle tematiche green.

greenpeace-pagelle

Mentre possono andare a testa alta Apple, da tre anni riconosciuta come la societá hi-tech piú verde del mondo con il massimo punteggio su 4 delle 5 categorie di analisi, Google, Facebook e a breve distanza Switch, sempre piú vicine all’obiettivo di alimentarsi con energia al 100% rinnovabile, Netflix, Amazon, Web Service e Samsung hanno ancora molta strada da fare!

Amazon, ad esempio, sta allargando le proprie attività in aree geografiche in cui sono utilizzate prevalentemente energie sporche e continua a mantenere i suoi clienti all’oscuro circa le proprie decisioni energetiche

greenpeace-pagelle4

Netflix, che ha un’impronta energetica che interessa un terzo del traffico internet in Nord America e che contribuisce in maniera significativa alla domanda di dati per lo streaming video, nel 2015 aveva annunciato l’intenzione di controbilanciare completamente le proprie emissioni di CO2, in realtá sta solamente comprando crediti di compensazione delle emissioni, senza aumentare gli investimenti in energie rinnovabili, l’unico modo per ottenere un futuro pulito.