Apple store di Piazza Liberty

0
51

Ne abbiamo già parlato diverse volte man mano che i lavori procedevano ma non possiamo ignorare il successo che ieri ha avuto l’inaugurazione dello store milanese di Apple, considerato uno dei più belli del mondo.
Ieri si sono svegliati all’alba e si sono accampati davanti alle porte dello store che avrebbe aperto alle 17, i piú giovani con la speranza di avere qualche gadget in regalo, gli altri per assistere all’apertura delle porte e all’avvio della doppia fontana gigante.

Apple fa le cose in grande, come sempre e sa come accogliere e far sentire importanti i propri fedelissimi. Anche se il periodo storico impone un ingente spiegamento di forze, transenne, metal detector, controlli severi, per garantire la sicurezza, non sono mancate sorprese per coloro che si sono messi in attesa praticamente dalla sera prima.
Nella notte, Angela Ahrendts, manager USA che di livello sta appena sotto a Tim Cook, ha fatto capolino in piazza e ha «regalato» spray antizanzare, e durante la giornata sono stati distribuite bottigliette d’acqua e ombrelli per ripararsi dal sole e combattere la canicola milanese.
Qualche minuto prima delle 17 un centinaio di dipendenti Apple, in divisa, hanno fatto un girotondo della piazza e dato il via a una “ola” di benvenuto. Che precede di pochissimo il boato con cui la folla ha accolto l’apertura delle porte di vetro. Immancabili i click e i selfie che davvero non possono mancare in un evento Apple e che hanno accompagnato lo stupore di coloro che non si sono persi nemmeno un’apertura in giro per il mondo (alcuni arrivavano persino dal Brasile), a loro detta, pare proprio che quello di Milano sia uno dei più grandi e scenografici.