Microsoft presenta ufficialmente Project Brainwave

0
1080

Ancora un po’ di pazienza e poi gli sviluppatori che utilizzano la piattaforma Azure potranno godere di un progetto speciale per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale: Brainwave di Microsoft.

Hot Chips 2017 è stata l’occasione per svelare la nuova piattaforma di deep learning di Microsoft, dal nome in codice Project Brainwave il cui obiettivo è permettere la realizzazione di applicazioni per l’intelligenza artificiale in tempo reale, così che il sistema possa elaborare le richieste che riceve in maniera rapida e a bassissima latenza.
Project Brainwave si poggia sull’infrastruttura FPGA che, collegato ad alte prestazioni direttamente alla rete di datacenter, potrá servire DNN (Deep Neural Network) come microservizi hardware, laddove una DNN può essere mappata ad un pool di FPGA remoti e chiamata da un server senza alcun intervento software nel mezzo. Questa architettura riduce la latenza, dal momento che la CPU non ha bisogno di elaborare le richieste in ingresso, e mette a disposizione un throughput elevatissimo con gli FPGA che elaborano le richieste non appena la rete le trasmette loro.

Nel corso della conferenza Hot Chips 2017, i responsabili di Microsoft hanno rivelato di aver raggiunto performance pari a 39,5 TeraFLOPS ricorrendo al nuovo chip Stratix-10 di Intel.
Con questo livello di prestazioni Project Briawave avrá la capacità di eseguire oltre 130 mila operazioni di computazione per ciclo, guidate da una macro-istruzione emessa ogni 10 cicli.
Dato che l’utilizzo di Brainwave e dei chip FPGA dovrebbe essere aperto agli sviluppatori nel corso del 2018 si pensa che le prestazioni potrebbero essere addirittura superiori a quanto ora annunciato.