Il Bitcoin è un affare italiano

0
395

Oltre ad essere il primo paese dove è possibile acquistare case in valuta virtuale, in Italia è stato aperto il primo sportello fisico dedicato al Bitcoin.
Si chiama “Compro Euro”, dato che il Bitcoin è ritenuto oro digitale, la stat-up che ha trovato sede in un ex negozio di abbigliamento di Rovereto, cittadina che non arriva a 40mila abitanti.
L’idea è di alcuni imprenditori della Bmanity, tra cui il CEO della start-up Inbitcoin Marco Amadori, ma come mai è nata qui e non, ad esempio, in una grande metropoli?
La risposta arriva direttamente da Marco Amadori “Usare i bitcoin significa fidarsi di qualcosa, più che di qualcuno. Ma quando si parla di moneta la fiducia è fondamentale. La particolarità di Rovereto è questa: ci sono persone che già li usano e che si conoscono fra di loro. E ora c’è anche un posto dove andare a chiedere come si fa a usarli.”

Questo sportello non chiede commissioni ma vende prodotti, come la Card-Portafoglio, una vera e propria valuta al portatore che si può ricaricare al negozio o on-line.