Microsoft pensa ad un brevetto…mondiale!

0
1284

Parliamo spesso dei brevetti di Apple per sbriciare nel futuro e immaginare quali saranno le proposte che ci attendono…questa volta peró il brevetto è di Microsoft ma sempre del nostro futuro si parla!

Il brevetto richiesto dall’Azienda di Redmond, depositato negli Stati Uniti, descriverebbe un’infrastruttura cloud in grado di mantenere in memoria le informazioni ambientali registrate dal visore Hololens, il primo computer olografico al mondo che funziona con il sistema operativo Windows 10.

È vero che il dispositivo non è ancora disponibile per il grande pubblico ma di poco tempo fa è la notizia che la sua commercializzazione si è aperta ad altri 29 paesi tra cui l’Italia, dove ha già visto diversi casi di successo, in cui aziende e associazioni hanno scelto la soluzione di realtà mista di Microsoft come leva utile per ripensare processi e modelli di business e guardare la realtà secondo nuove prospettive.

Ma torniamo al brevetto…il punto di partenza é la capacita di Hololens di tracciare una mappa tridimensionale di una stanza, o di un luogo qualsiasi in cui deve operare, questa mappatura utilizza immagini che vanno prima riprese dalla speciale videocamera montata a bordo, e poi elaborate; per questo motivo Hololens conserva in memoria le mappe relative a tutte le ambientazioni già visitate, riutilizzando i dati già elaborati ogni volta che serve. Grazie al brevetto depositato si potranno unire a armonizzare tutti i modelli 3D stoccati online, espandendo a livello globale la mappatura creata con il famoso caschetto.

Permettendo a chiunque di accedere a luoghi mai visti e forse anche impossibili da raggiungere.