Due parole sul WWDC 2018 di San Josè

0
58

Si chiuderà domani il WWDC 2018 (Apple Worldwide Developers Conference) e si è aperto con l’amministratore delegato Tim Cook che fuga ogni dubbio sui contenuti dell’evento: «Oggi si parlerà di software».
Al Wwdc 2018 non ha presentato nuovi iPhone né altri dispositivi hardware ma ha annunciato novità per tutte le sue piattaforme software, da iOS 12 a macOS 10.14, da watchOS 5 per l’Apple Watch a tvOS per Apple Tv.

iOS12
Arrivato alla dodicesima versione non subisce grandi stravolgimenti ma è reso più stabile e performante anche sui vecchi dispositivi. Craig Federighi ha promesso dal palco una “velocità raddopiata”, con migliori prestazioni soprattutto su vecchi iPhone e iPad. L’anteprima per sviluppatori di iOS 12 è disponibile per gli iscritti all’Apple Developer Program su developer.apple.com giá nei giorni del convegno, seguita nel corso del mese da una beta pubblica per gli utenti di iOS su beta.apple.com. Sarà disponibile in autunno come aggiornamento software gratuito per tutti gli iPhone dal modello 5S in poi e sulla maggior parte degli iPad.

Siri Shortcuts
Siri sarà presente in tutte le App. Sarà più proattiva e suggerirà l’azione giusta al momento giusto (quando iniziare ad allenarsi, ad esempio). Ovviamente Shortcuts sarà altamente personalizzabile, tanto da abbinare ad un dato comando vocale addirittura una serie di azioni predefinite: “sto tornado a casa” può far partire un messaggio a un contatto di famiglia, mostrare il traffico, attivare la radio , accendere il condizionatore a distanza. Gli sviluppatori potranno sfruttare questa nuova funzionalità grazie alle API Shortcuts.

Screen Time
Innovazione vera è quella di Screen Time, piattaforma studiata per aiutare gli utenti a comprendere e controllare quanto tempo trascorrono sui loro dispositivi iOS. Consentendo di ottimizzare l’utilizzo dei propri dispositivi e offrendo ai genitori di avere un quadro più chiaro delle attività dei bambini, gestire e impostare limiti con App Limits che controlla sia i siti e app che possono guardare sia quando e per quanto tempo che possono farlo (infatti quando la funzione Downtime è attiva, le notifiche delle app non vengono visualizzate e sulle app compare un badge a indicare che non è possibile utilizzarle).

Il Watch diventa Walkie-Talkie e incrementa le tipologie di allenamento.
Il nuovo watchOS 5, sistema operativo per l’orologio di Apple, presenta diverse novità tra qui la funzione Walkie-Talkie, un nuovo modo di comunicare a voce fra utenti possessori di un Watch con un semplice tocco sul polso. Chiunque indossi un Apple Watch compatibile nel mondo, via Wi-Fi o rete cellulare (dove previsto, non in Italia) potrà sentirsi un po’ Diabilik che comunica con Eva Kant o Michael Knight che parla con Kitt!. Altre novità di watchOS 5: le sfide di Attività della durata di sette giorni, i nuovi allenamenti come Yoga e Hiking, una nuova misurazione della cadenza (passi al minuto) per le corse e le camminate outdoor e indoor, e un nuovo allarme nelle corse outdoor che avvisa gli utenti quando il ritmo è inferiore o superiore al valore che hanno scelto come target.

Mandatory Credit: Photo by Marcio Jose Sanchez/AP/REX/Shutterstock (9702994b)
Attendees wait for an announcement of new products at the Apple Worldwide Developers Conference in San Jose, Calif
Apple Showcase, San Jose, USA – 04 Jun 2018

tvOS 12 e macOS Mojave
Si rinnova e migliora sia a livello di fruizione che di diversificazione dei prodotti il sistema operativo di Apple Tv e dei Mac.

Animoji e emoji
Novitá anche dal mondo delle emoticon con nuovi personaggi e nuove funzioni, come le emoji animate, lanciate con l’iPhone X, che sfruttano la fotocamera frontale 3D capace di leggere i movimenti del volto per riconoscere la linguaccia o l’occhiolino. Sarà anche possibile “emojizzare” il proprio volto in modo molto realistico senza togliere nulla all’ironia.